EnglishFrenchGermanItalianSpanish
EnglishFrenchGermanItalianSpanish
Back to all Post

Che passione

di Andrea Bisegna

Secondo Pamuk il compito di un museo è quello di raccontare le storie delle persone, perché le storie delle persone esprimono molto più profondamente la nostra umanità rispetto alla storia di una nazione. Nel mio museo dell’innocenza un ruolo fondamentale lo gioca la mia più grande passione, il calcio. Per me il calcio è importantissimo, perché mentre guardo una partita o mentre gioco una partita, riesce a farmi dimenticare tutti i problemi che ho in quel momento, è come una boccata d’aria fresca.

Descrizione foto 1: Il terreno di gioco

In questa foto viene rappresentato un particolare di un campo di calcio. Il terreno di gioco può essere fatto di erba vera, erba sintetica, cemento o anche terra. Per me il terreno di gioco è un luogo magico, infatti entrare in campo è come entrare in un’altra dimensione, ti dimentichi di tutto il resto e pensi solo a divertirti.

Descrizione foto 2: La divisa

La divisa è composta da maglia, pantaloncini e calzettoni. La divisa non è un semplice indumento, ma rappresenta l’unione con i tuoi compagni di squadra. Uno dei momenti che preferisco è quando a fine partita ti levi la divisa e la trovi sudata e sporca di erba, questo significa che durante la partita hai dato tutto e quindi puoi essere fiero di te, consapevole di avere fatto il massimo per la tua squadra.

Descrizione foto 3: Gli scarpini

Gli scarpini sono fondamentali nel gioco del calcio, senza di loro è impossibile scendere in campo. Gli scarpini ti offrono diverse emozioni, quando li indossi sono incredibili aderiscono perfettamente ai tuoi piedi e ti danno tanta sicurezza, ma quando subisci un fallo il dolore che provi per colpa dei tacchetti dell’avversario è indescrivibile.

Descrizione foto 4: Il pallone

Il pallone è il fulcro del gioco, infatti spesso del calcio si dice che sono solo 22 uomini che corrono dietro un pallone, in effetti è tutto vero, ma l’emozione che ti da un gol o una bella giocata è impagabile. Quando ho segnato il mio primo gol sono impazzito di gioia e tutti i miei compagni mi hanno abbracciato, li ho capito veramente quanto è profondo il legame che si crea tra compagni di squadra.

Descrizione foto 5: La fascia da capitano

La fascia da capitano rappresenta il punto più alto che una persona può raggiungere all’interno di una squadra. Il capitano infatti è il responsabile di tutta la squadra, ma soprattutto è il loro punto di riferimento. Quando ho indossato per la prima volta la fascia da capitano ho provato un’emozione fortissima, la squadra e il mister avevano riposto la loro fiducia in me ed è stato bellissimo.


 

Università degli Studi di Teramo, Campus “Aurelio Saliceti”
via R. Balzarini 1 – 64100 Teramo
P.I. 00898930672 – C.F. 92012890676

Contemporary Sculpture Garden UNITE Museum © 2020. All Rights Reserved
Privacy Policy / Protezione dei dati