EnglishFrenchGermanItalianSpanish
EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Il museo

Il Contemporary Sculpture Garden UNITE Museum (CSG UniTeM) è una realtà museale dell’Università degli Studi di Teramo. Si tratta dell’unico museo di arte contemporanea universitario in Italia che non ha collezioni storiche ma che si pone come punto di aggregazione per le collezioni del territorio. La struttura dell’ateneo, un campus diviso in due plessi che si affacciano sulla città e sulla catena montuosa del Gran Sasso, la rendono particolarmente attrattiva per contenere sia all’esterno che all’interno installazioni e opere di grandi dimensioni.

Il museo, inaugurato ufficialmente nel maggio 2018, grazie all’inserimento della sua esistenza e specificità nella lista delle opere importanti e da visitare stilata dal Ministero per i beni e le attività culturali (Mibact), ottiene il marchio dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale.

Nella sua specificità di collezioni e di modalità di visita è stato presentato nel contesto del convegno sui musei universitari dell’Italia centrale a settembre 2018 all’Aquila, in occasione del convegno sulla prima sezione del Polo Museale dell’Ateneo aquilano.

Il CSGUniTeM nel 2019 è entrato a far parte del Sistema dei Musei Universitari della Regione Abruzzo, e nell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS); l’adesione è ufficializzata durante il XXIX Congresso dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici, tenutosi presso il Museo Universitario di Chieti dal 23 al 25 ottobre 2019.

La sua vocazione precipua è quella di valorizzare il patrimonio d’arte contemporanea, promuovendo movimenti di opinione ed iniziative atte ad evitare la dispersione ed il deterioramento del patrimonio stesso. E’ proprio a partire da questo convincimento che il museo si è fatto parte attiva nel raccogliere i lacerti del territorio, taluni molto importanti ma dimenticati, e di aggiornare e curare il tessuto contemporaneo circostante difendendo i manufatti in uno spazio ad hoc, quale il CSGUniTem.  Il dialogo che si è aperto con il mondo scientifico mediante la realizzazione di esposizioni temporanee, di aperture per promuovere la cultura artistica alle scuole superiori e agli studenti universitari, e a bandi site specific, l’hanno reso una realtà unica sul territorio.

Il Museo è costituito da una esposizione permanente, che si è formata all’inizio grazie alla donazione di opere d’arte di artisti internazionali: il nucleo principale è rappresentato dalle installazioni del maestro concettuale Diego Esposito, ma comprende opere scultoree in bronzo e materiche dei maestri Venanzo Crocetti e della scultrice Immacolata Datti, oltre al “Cielo d’Italia”, esposizione di 403 ceramiche che simboleggiano le città che in Italia producono ceramica e maiolica. Su questa scelta ilo museo è in stretta connessione con il distretto della ceramica di Castelli, a pochi chilometri da Teramo, fin dal Rinascimento centro di produzione della ceramica artistica.

Recente è l’installazione degli Alberi dell’esistenza, manufatti creativi che nobilitano le colonne del Polo didattico G. d’Annunzio, frutto di un concorso di idee aperto a tutti gli allievi delle Accademie italiane di Belle Arti con lo scopo di trasformare le singole colonne da strutture fisiche a occasione di creatività lasciata alle personali visioni del singolo artista, per contaminare con i “segni della creatività dell’oggi”.

I prossimi progetti sono volti a creare il tavolo dell’alimentazione del Mediterraneo, una struttura di design progettata dall’Arch.Maria Chiara Capasso che vede coinvolti i ceramisti italiani nel definire gli alimenti del Mare Nostrum creati si tavelle di ceramica che ruotano attorno alle profondità altimetriche del mediterraneo, all’esposizione degli animali da cortile prodotti a Castelli negli anni Settanta del Novecento, parte di un Prese recentemente esposto in San Pietro, in colloquio con una esposizione di scatti fotografici che provengono da un fondo storico di UNITE che documenta le attività legate alla coltivazione della terra nel territorio negli anni Cinquanta del Novecento.

Diretto dalla Prof.ssa Raffaella Morselli (ICOM), il Contemporary Sculpture Garden è una galleria out e in che permette a chiunque di entrare in contatto con l’arte contemporanea ed interagire con essa per farne esperienza diretta.


 

Università degli Studi di Teramo, Campus “Aurelio Saliceti”
via R. Balzarini 1 – 64100 Teramo
P.I. 00898930672 – C.F. 92012890676

Contemporary Sculpture Garden UNITE Museum © 2020. All Rights Reserved
Privacy Policy / Protezione dei dati